Valori etici, riutilizzo e sostegno alla biodiversità: il Lions Club Mirandola festeggia il Natale

Si è tenuta lo scorso 12 dicembre presso la sede sociale di Villa Fondo Tagliata la tradizionale Serata degli Auguri natalizi del Lions Club Mirandola, nel corso della quale è stato riproposto dal presidente Paolo Campedelli il tema della sostenibilità, missione di tutti per un futuro migliore. Invitate a portare le loro testimonianze virtuose su alcuni degli obiettivi dell’Agenda 2030 tre relatrici, le sigg.re: Erika Morri, Marinella  Pignatti ed Eleonora Tomasini. La prima, Erika Morri, ex giocatrice della nazionale femminile di rugby, nonchè formatrice, coach e fondatrice del progetto “Wo*men’s rugby land of Freedom: chi semina sport, raccoglie futuro” ha parlato dei valori etici della pratica sportiva e del suo riutilizzo di materiali non tradizionali per la realizzazione di articoli di abbigliamento e bigiotteria. La seconda, Marinella Pignatti, ha portato la sua esperienza come volontaria nel progetto di recupero di tessuti di scarto, trasformati in abiti nuovi dalla Sartoria Circolare Manigolde di Finale Emilia e dell’alto valore sociale di tale iniziativa condivisa anche con detenute del carcere S. Anna di Modena. La terza, Eleonora Tomasini, ecologa naturalista, attenta al benessere animale ed alla conservazione della natura, ha ribadito la necessità di rispettare la natura e la biodiversità per la salvaguardia degli ecosistemi, per il benessere degli animali e per la continuazione delle specie, soprattutto quelle in via di estinzione. Il coro giovanile “Ensamble Augusta“, parte del Coro Città di Mirandola,  diretto dal m.o Lucio Carpani, ha intrattenuto i presenti con canti delle tradizioni celtica , anglosassone e di ispirazione natalizia, eseguiti “a cappella” con estrema bravura. Diversi gli invitati d’onore fra i quali, in primis, Alberto Greco, sindaco di Mirandola, e i rappresentanti locali delle forze dell’ordine.

Il presidente Paolo Campedelli con le relatrici, da sx; Marinella Pignatti, Eleonora Tomasini ed Erika Morri

Lascia un commento